A Francesco De Sanctis piaceva il tartufo nero di Bagnoli

Tartufo-nero-di-530-gr-trovato-a-Bagnoli-dal-cane-LUNA

Da www.palazzotenta39.it

01.04.2017, Il documento storico (*)

Storia di amicizie e dissidi

(Natale 1863)

La ringrazio infinitamente degli squisiti tartuffi

Tartufo-nero-di-530-gr-trovato-a-Bagnoli-dal-cane-LUNAL’amicizia tra Francesco De Sanctis e i Molinari di Morra è testimoniata da un ampio numero di lettere di questi ultimi indirizzate non solo all’intellettuale e uomo politico, ma anche a molti politici e “galantuomini” della provincia.

Significativa per la familiarità e la cortesia dimostrata è una breve missiva firmata dalla signora De Sanctis, Marietta Testa, al “Compare” Giovanni Andrea Molinari, con cui lo ringrazia dei “tartufi” avuti in occasione del Natale 1863.

_____________

Marietta Testa De Sanctis a Giovanni A. Molinari
(Napoli, 22 dicembre 1863)

Gentilissimo Signore e Compare,
Prendo io la penna, essendo mio marito al solito
occupatissimo, e la ringrazio infinitamente degli
squisiti tartuffi che con tanta cortesia ci ha inviati;
li mangeremo nel prossùno Natale facendo un
brindisi alla sua salute.

Le auguro felicissime le Sante Feste natalizie con
tutta la sua famiglia. Mi dia il piacere di qualche
suo conmando e mi creda obbligatissima.

Marietta De Sanctis Testa Arenaprimo

_____

[La lettera è tratta da Francesco Barra, Il Mezzogiorno dei notabili. Carteggi politici familiari dei Molinari di Morra De Sanctis, Centro di Ricerca “Guido Dorso” -Centro Studi “Gabriele Criscuoli”, Avellino, 1997, p. 43]

(*) pdf Scarica PDF >>>

Un ringraziamento a Paolo Saggese per la copia di questa lettera.

(segnalazione di Luca Branca)